Ledl AS.jpg

La Ledl AS è un'automobile sportiva biposto, prodotta dalla casa automobilistica austriaca Ledl, tra il 1981 al 1987.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Ledl AS venne progetta da Günter Ledl nei primi anni ottanta, per sostituire la Tanga. Presentata al pubblico nel settembre 1981 al IAA di Francoforte, la vettura venne nominata con l'acronimo di Austrian Sportscar. Inizialmente la vettura riscosse un discreto successo, tanto che nell'autunno 1982 la vettura contava già 128 ordini.

Nonostante i risultati promettenti, alcune vicissitudini burocratiche bloccarono le vendite sul mercato austriaco, tanto che in Austria furono vendute soltanto 17 unità. Le vendite proseguirono quindi per il solo mercato estero, con il solo ostacolo dei dazi doganali, principalmente in Germania, Francia e Stati Uniti, ma anche in Giappone, Nuova Zelanda e anche Ucraina.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

L'AS presenta molte parti di modelli di altri produttori, tra cui i fari della Porsche 924, le luci posteriori della Ford Granada e il freno a mano dalla Renault R8.

Il design era simile alle altre sportive dell'epoca, con linee piatte e spigolose, mentre il motore era un quattro cilindri Ford, poco potente rispetto alle sportive anni ottanta.

Nel 1987 il governo austriaco impose l'obbligo di utilizzo del convertitore catalitico e l'AS fallì la revisione regolamentare, segnando la fine della produzione. In totale furono costruiti 249 esemplari.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.