Ferrari logo.png

La Ferrari S.p.A. è una casa automobilistica italiana, con sede a Maranello, in provincia di Modena. L'azienda produce automobili di alta fascia ed è uno dei marchi più prestigiosi al mondo.

Dal 2013 il marchio è sotto il controllo della Ferrari N.V., appartenente al gruppo industriale italiano Exor. Sergio Marchionne, già presidente della FCA, è l'attuale presidente, in carica dal 2014.

Il logo aziendale, raffigurante il cavallino rampante di Francesco Baracca, è uno dei simboli più conosciuti a livello globale.

La Scuderia Ferrari, ovvero il reparto corse gestito dalla Ferrari, vanta numerosi successi: È la squadra ad avere vinto più titoli costruttori in Formula 1, oltre ad essere l'unica squadra ad avere partecipato a tutte le edizioni dal 1950 ad oggi. In passato (e ancora oggi con team clienti) ha anche conquistato successi nelle corse endurance.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'azienda ha origine nel 1929, quando Enzo Ferrari fondò a Modena la S.A. Scuderia Ferrari. L'azienda preparava le Alfa Romeo, per partecipare a diverse competizioni.

La Ferrari divenne casa costruttrice il 13 settembre 1939. L'azienda fu nominata inizialmente Auto Avio Costruzioni, e costruiva componenti per velivoli.

Nel 1943, l'azienda si trasferì a Maranello e nel 1947 iniziò la costruzione delle prime autovetture.

La prima, costruita in soli due esemplari, fu la Auto Avio Costruzioni 815. La prima auto con il cognome del fondatore fu la Ferrari 125 S, prodotta anch'essa in due esemplari. Il primo modello non fu nominato Ferrari, a causa di alcune clausole contrattuali, che legavano Enzo Ferrari all'Alfa Romeo.

Nel 1957 la Auto Avio Costruzioni divenne Auto Costruzioni Ferrari. Il 26 maggio 1960 divenne SEFAC (Società Esercizio Fabbriche Automobili e Corse) SpA, per poi diventare Ferrari SpA nel 1965.

Nel 1969, la casa di Maranello viene ceduta al gruppo FIAT, pur lasciando a Ferrari il controllo sulle attività della scuderia. Alla scomparsa di Enzo Ferrari, nel 1988, l'azienda divenne al 90% della FIAT, mentre il restante 10% del figlio Piero Lardi Ferrari. Quest'ultimo restò come vice presidente. In questo periodo iniziò una strategia aziendale che puntava anche sul merchandising, stringendo accordi con importanti aziende, per la produzione di capi di abbigliamento, orologi, occhiali, profumi, ecc.

Nel 2006 il 5% delle azioni è stato venduto ad una società finanziaria degli Emirati Arabi Uniti, la Mubadala, società che ha promosso anche la costruzione del Ferrari World ad Abu Dhabi. Ferrari è poi ritornata in possesso di questo 5% nel corso del 2010.

Il 18 maggio 2012 a Shanghai (Cina) il cavallino rampante ha inaugurato il primo museo Ferrari fuori dai confini Italiani. Al taglio del nastro avvenuto nello Shanghai Italian Center, presenti le istituzioni italiane e cinesi.

Il 24 maggio 2013 Ferrari S.p.A. venne incorporata nella società di diritto olandese "New Business Netherlands N.V.", ridenominata Ferrari N.V. dal 21 ottobre 2015 quando venne quotata al NYSE.

Dal 4 gennaio 2016 Ferrari N.V. viene scorporata da FCA venendo così quotata anche alla Borsa Italiana e passando a far parte del Gruppo Exor.

Competizioni:[modifica | modifica sorgente]

Per approfondire: vedi Scuderia Ferrari

La Ferrari vanta una storia inequiparabile nel mondo delle competizioni, ricca di record, vittorie e leggende. Enzo Ferrari era un grande appassionato di competizioni automobilistiche. La Scuderia Ferrari iniziò come reparto corse dell'Alfa Romeo e divenne autonoma nel dopoguerra.

Formula 1:[modifica | modifica sorgente]

Michael Shumacher è il più vincente nella storia della Formula 1, con 7 titoli piloti, di cui 5 conquistati con la Ferrari.

In Formula 1, la Ferrari è la squadra più longeva, essendo l'unica squadra ad aver partecipato a tutte le edizioni, dal 1950 ad oggi.

La prima vittoria fu conseguita nel 1951 dall'argentino José Froilán González. Ad essa sono susseguiti numerosi successi e record, tra i quali, il maggior numero di Campionati Costruttori (16), di Campionati Piloti (15), di Gran Premi disputati (oltre 900), di vittorie in assoluto (223), di podi in assoluto (675), di podi in una stagione (29), di doppiette (81), di pole position in assoluto (206), di punti in assoluto (5 580,5), di giri veloci in assoluto (227) e di stagioni consecutive con almeno una vittoria in ognuna di esse (20 tra il 1994 e il 2013).

Sport prototipi e Gran Turismo:[modifica | modifica sorgente]

La Scuderia Ferrari partecipò al Campionato del Mondo Sport Prototipi sin dalla sua istituzione, nel 1953, rivaleggiando con i più grandi costruttori del mondo (celeberrime furono le guerre Cobra-Ferrari e Ferrari-Ford negli anni sessanta). Nel 1973, per volere di Enzo Ferrari, si ritirò per concentrarsi esclusivamente sulla Formula 1. Innumerevoli le vittorie sia con vetture Sport Prototipo sia con le Gran Turismo. In totale sono stati conquistati 12 titoli costruttori, 14 se si contano anche le edizioni del 1963 e 1965 dell'International GT Prototypes Trophy - che non prevedevano l'attribuzione da parte della FIA del titolo mondiale per la categoria Sport Prototipo, ma solo per quella GT. Inoltre la Scuderia Ferrari si è aggiudicata 9 volte la vittoria alla 24 Ore di Le Mans, l'ultima nel 1965 ad opera della 250 LM gestita dal North American Racing Team. Anche in Nord America ha ottenuto innumerevoli successi in corse importanti come la 24 Ore di Daytona e la 12 Ore di Sebring.

Oggi la divisione Ferrari Corse Clienti fornisce supporto ai team clienti che partecipano al Campionato del Mondo Endurance FIA, la serie mondiale per Prototipi e GT nata nel 2012 dalla collaborazione tra la FIA e l'ACO a seguito della cancellazione nel 1992 del Campionato del Mondo Sport Prototipi. In tale Campionato la Ferrari ha sempre vinto il titolo costruttori GT.

Produzione:[modifica | modifica sorgente]

Produzione attuale:[modifica | modifica sorgente]

La gamma Ferrari attuale, è composta da 5 modelli. L'anno indicato è l'inizio di produzione di ciascun modello.

Modelli del passato[modifica | modifica sorgente]

Vedi: Lista delle automobili Ferrari

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.