Il climatizzatore è un dispositivo utilizzato per riscaldare o raffredare l'abitacolo di un'autovettura, attraverso l'immisione di aria condizionata all'interno di essa.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il circuito dell'aria condizionata (blu) e del riscaldamento (rosso).

Il climatizzatore di un'autovettura sfrutta il principio fisico della convezione. Quando gas o liquidi di differenti temperature entrano in contatto, gli atomi più freddi si dirigono verso quelli più caldi e viceversa, causando così un trasferimento di calore.

Nel vano motore sono posti due circuiti separati: uno per l'aria condizionata e l'altro per il riscaldamento.

Aria fredda[modifica | modifica sorgente]

All'interno di un apposito circuito sono posti dei gas specifici per la climatizzazione. I gas utilizzati sono dei fluidi termovettori, sintetizzati chimicamente, la cui miscela è ottimizzata per la funzione che devono assolvere. Un compressore provvede a mettere in circolo questo gas, spingendolo dal condensatore verso la valvola di espansione. Nel frattempo il gas inizia a scaldarsi attraverso i canali stretti e tortuosi del condensatore.

Superata la valvola di espensione, il gas arriva all'evaporatore, dove subisce una la laminazione, dovuta all'aumento della sezione dei condotti. La temperatura del fluido, quindi, cala drasticamente per poi tornare al compressore per un nuovo ciclo.

Il Condensatore smaltisce il calore in eccesso del gas compresso contenuto al suo interno. Di norma si trova a ridosso del radiatore di raffreddamento del motore. L'evaporatore invece serve a sottrarre calore all'aria diretta all'abitacolo, mediante il raffreddamento dal gas in espansione. Esso si trova all'inizio dell'impianto di ventilazione, a valle del filtro antipolline a del ventilatore. In quest'ultima zona, l'aria che l'attraversa viene raffreddata, cedendo parte del proprio calore all'evaporatore stesso, impedendo al gas di gelarsi.

Aria calda[modifica | modifica sorgente]

Per immettere aria calda nell'abitacolo, il climatizzatore sfrutta il circuito di raffreddamento del motore. In questo circuito è presente una diramazone regolata da un rubinetto che, se aperto, convoglia il liquido di raffreddamento riscaldato dal motore, attraverso un piccolo radiatore.

Immissione dell'aria nell'abitacolo[modifica | modifica sorgente]

Matita e righello.jpg Sezione vuota:
Questa sezione è vuota. Puoi contribuire, inserendo informazioni.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.