La berlina è una tipologia di autovettura, caratterizzata dal tetto fisso e generalmente dotata di 4 o 5 porte.

Può essere realizzata nelle configurazioni a due, tre o due volumi e mezzo.

Origine del nome[modifica | modifica sorgente]

La berlina è una delle più antiche tipologie di carrozzeria. Il termine deriva dalla parola francese berline, a sua volta derivante dalla parola Berlin, ovvero Berlino, la città dove venne costruita la prima carrozza a quattro porte, nel XVII secolo.

Berlina 3 volumi[modifica | modifica sorgente]

La Jaguar XF, esempio di berlina a 3 volumi. Nella parte posteriore si può notare il bagagliaio non comprendente il lunotto.

La berlina a 3 volumi è la configurazione classica, con carrozzeria completamente chiusa, adatta a trasportare 4, 5 o 6 passeggeri. I tre volumi da cui è composta sono fisicamente separati e visivamente identificabili all'esterno. Il vano motore è tipicamente individuato nel cofano anteriore, l'abitacolo è dotato di 4 porte e il vano bagagli ha il portello che non comprende il lunotto. Un'altra caratteristica distintiva della berlina è l'altezza interna dell'abitacolo che consente una comodità e una possibilità maggiore di movimento per i passeggeri posteriori, rispetto per esempio a una coupé o ad una berlinetta.

Le berline dei primi decenni del XX secolo erano spesso delle "2 volumi" con il "terzo volume opzionale". Il portabagagli posteriore era a ribalta, su cui in caso di necessità si fissava un apposito baule, spesso di legno rivestito di tela impermeabile, o di cuoio laccato, spesso con una banda diagonale gialla o bianca sui due lati al fine di render più visibile il carico sporgente incrociando altri veicoli.

Per identificare questo tipo di carrozzeria vengono spesso utilizzati i termini sedan (dall'inglese americano, canadese e australiano), saloon (dall'inglese britannico), limousine (dal tedesco) e berline (dal francese), riprendendo in tutti i casi i nomi di carrozze chiuse a cavalli e le portantine chiuse con sedile (sorrette tanto da uomini come da equini): proprio le portantine son all'origine del termine Sedan.

Berlina 2 volumi[modifica | modifica sorgente]

La FIAT Bravo, un'esempio di berlina 2 volumi

Le berline 2 volumi moderne nacquero nella prima metà degli anni sessanta del XX secolo si è assistito ad una nuova generazione di vetture a 2 volumi, definite spesso con la denominazione inglese hatchback. Queste vetture sono contraddistinte da un bagagliaio con un portellone comprendente il lunotto anziché il solito cofano ed è raggiungibile anche dall'abitacolo.

Solo in rarissimi casi come per esempio nelle prime Peugeot 104, Alfa Romeo Alfasud e Fiat 127, peraltro limitati ai primi anni della sua diffusione, la berlina a due volumi è esistita anche con uno sportello posteriore non comunicante con l'abitacolo. La conformazione esterna mantiene in ogni caso una tendenza cuneiforme, che non consente di raggiungere i volumi di carico concessi da una classica familiare o, ancor più, da una monovolume.

L'abitacolo può avere indifferentemente 3 o 5 porte in base alla classe e alla lunghezza del veicolo.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.