Circuit de Catalunya.jpg

Un'autodromo è un impianto sportivo dove si svolgono gare motoristiche su pista. Può essere dotato di uno o più circuiti, talvolta configurabili tramite appositi raccordi.

Spesso, i termini circuito o pista vengono utilizzato per indicare l'intero complesso, anche se il circuito è solamente il percorso in asfalto dell'autodromo, che inizia e termina sulla linea del traguardo.

Tipi di autodromo:[modifica | modifica sorgente]

Autodromo permanente[modifica | modifica sorgente]

L'autodromo permanente è l'impianto più diffuso, dotato di tutte le strutture fisse. Il circuito è utilizzato esclusivamente dall'autodromo, collocato in un'area delimitata e chiusa.

Questo tipo di impianti è spesso utilizzato anche per eventi non motoristici, come mostre, concerti, spettacoli e altri eventi sportivi. Gli autodromi permanenti sono anche utilizzati per testare le autovetture stradali.

Un esempio di autodromo permanente è l'Autodromo nazionale di Monza.

Autodromo temporaneo[modifica | modifica sorgente]

Un autodromo temporaneo viene allestito appositamente per la competizione. Il circuito, tipicamente ricavato all'interno di una città. Utilizza strade pubbliche, chiuse al traffico solamente per il tempo dell'evento.

Dopo che la gara termina, le strutture vengono smontate e la strada viene riaperta al traffico.

Un esempio di autodromo temporaneo è il Circuito di Monte Carlo.

Autodromo semipermanente[modifica | modifica sorgente]

L'autodromo semipermanente è composto da una parte permanente e un'altra temporanea. Il circuito è tipicamente ricavato dalla pista dell'autodromo permanente, allungata con strade pubbliche. Un'esempio di autodromo semipermanente è il Circuit de la Sarthe, allestito solamente per la 24 Ore di Le Mans.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.