Una Y10 Turbo del 1985.

L'Autobianchi Y10 è un'autovettura utilitaria, prodotta dalla casa automobilistica italiana Autobianchi dal 1985 al 1995. Si tratta dell'ultima vettura prodotta dalla casa automobilistica milanese.

La Y10 venne anche commercializzata con il marchio Lancia. Su alcuni mercati esteri fu commercializzata solamente con il marchio torinese.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La progettazione della Y10 cominciò 5 anni prima il suo lancio, verso la fine del 1980, affidata al progettista statunitense Tom Tjaarda. Per tale progetto, il Gruppo Fiat coinvolse assieme al Centro Stile Fiat (all'epoca capeggiato da Vittorio Ghidella), la Pininfarina e Giorgietto Giugiaro. Il compito era quello di creare una erede della Autobianchi A112, utilizzando il concetto di "citycar d'elitè" con una vettura dotata di linee originali ed interni curati e raffinati.

La presentazione avvenne nel marzo del 1985 al Salone di Ginevra. Nello stesso anno iniziò la produzione presso lo stabilimento Autobianchi di Desio, anche se la A112 rimase in listino fino al 1986. Le vendite inizarono il 26 marzo 1985. Per il mercato italiano, giapponese e francese la vettura venne commercializzata con il marchio Autobianchi, mentre per gli altri paesi venne utilizzato il marchio Lancia, più popolare all'estero. A fine anno la Y10 conta 63.495 esemplari prodotti. Al momento del lancio erano disponibili 3 versioni: Y10 FIRE, Y10 Touring e Y10 Turbo.

L'anno successivo, la versione Fire venne dotata di allestimenti più economici, mentre la versione precedente venne riproposta come fire LX. A fine anno venne aggiunta alla gamma la versione 4WD.

Nel 1987 vennero introdotte le versioni Fila e Martini, caratterizzate da colori e loghi delle due aziende e basate sulle meccaniche fire e turbo. A ottobre venne messa in commercio anche la serie speciale Missoni, con allestimenti disegnati dalla casa di moda italiana.

Inoltre molti paesi iniziarono a rendere più severe le norme antiinquinamento, con l'obbligo di utilizzo del convertitore catalitico. La gamma fu quindi adattata con nuovi motori, nei paesi in cui entrò in vigore tale obbligo, con la sola esclusione del modello Turbo, mantenuto inalterato.

Nel aprile 1988 nacque la nuova serie Fila, mentre uscì di produzione la serie Martini; i modelli Touring e Turbo, vennero dotati di un allestimento di base arrichito.

Il 1989 segnò la fine di produzione della serie "Missoni". Nel mese di aprile la gamma venne totalmente rivista ed uscirono di produzione i modelli fila, fire LX, touring e turbo.

Chiave inglese.jpg Sezione da completare:
Questa sezione è incompleta. Puoi contribuire, inserendo le informazioni mancanti.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.