Autobianchi Stellina.jpg

L'Autobianchi Stellina è un'autovettura spider, prodotta dalla casa automobilistica italiana Autobianchi, dal 1963 al 1965.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Il telaio era di tipo “scatolato” d'acciaio. Le parti della carrozzeria, realizzate in vetroresina e poliestere, erano montate su apposite guide. I materiali di plastica consentivano una buona conservazione nel tempo, visto che all'epoca non erano noti metodi di prevenzione dalla ruggine, come la zincatura. Inoltre permetteva di ottenere una vettura dal peso leggero, oltre ad una più facile costruzione e manutenzione. La carrozzeria era di tipo spyder, dotata di tetto in tela con lnotto in plastica. Alcuni prototipi messi in commercio erano però dotati di HardTop.

La meccanica era totalmente derivata dalla 600D, dotata quindi dello stesso motore da 767 cm3.

Gli optional disponibili erano: radio, pneumatici a fascia bianca, portapacchi in tubi cromati (alcuni, di produzione artigianale, con staffe di decoro in legno), marmitta Abarth (quest'ultimo non ufficiale, ma quasi sempre offerto data la fama, e anche data la conformazione sportiveggiante della vettura), ruote Borrani a raggi. Erano anche disponibili su ordinazione le ruote in lega, costruite per la 600.

Gli interni sono ben curati e realizzati in skai (similpelle) di colore marrone e nero.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.